Cablaggio di un quadro elettrico, cos’è e a cosa serve

Cosa significa cablare un quadro elettrico?

Cablaggio, una parola spesso sentita, ma che non ha mai una chiara definizione. Che cos’è? Cablare è semplicemente trasmettere per cavo, per un qualsiasi apparecchio o impianto. Significa cioè effettuare i necessari collegamenti, per garantire il corretto funzionamento dell’intero sistema.

Questo processo, è la base di ogni impianto elettrico che, attraverso ogni diramazione, progetto costruttivo ben delineato, pone l’ordine e la sicurezza come priorità assoluta.

 

cablaggio di un quadro elettrico ordinato

 

Le fasi di cablaggio di un quadro elettrico

Una volta ideato e terminato il processo costruttivo del quadro elettrico, inizia la realizzazione delle tessere identificatrici di cavi, morsetti e altri componenti necessari.

Avverrà quindi l’installazione delle canaline da cablaggio e dei componenti sulla piastra di fondo del quadro, con le attente verifiche. Le canaline sono fondamentali perché permettono di “guidare” ogni cavo, “nascondendolo” facilmente all’interno di un quadro elettrico. Questo rende il tutto più ordinato. E si sa, l’ordine rende tutto più facile, in caso di manutenzione o qualsiasi necessità.

Nella fase di cablaggio, ogni componente utilizzato, avrà la sua sigla identificativa. Permette quindi una facile installazione e di evitare qualsiasi errore. Sarà indispensabile seguire la progettazione costruttiva, ideata all’inizio dei lavori, in modo che ogni pezzo del “puzzle”, possa combaciare perfettamente senza aver problemi.

Dopo l’installazione dei componenti e le opportune forature all’interno del quadro, si passa alla vera e propria fase di cablaggio.

Per quanto riguarda i cavi, è consigliabile l’uso dei